La poesia come la donna

Va spogliata la poesia
per poterne raccogliere
i sensi più reconditi
nascosti fra le righe.

Per capire il più intino
sussurro dell’animo suo
per assaporare appieno
il suo dolce contenuto.

              verdefronda 

9 pensieri su “La poesia come la donna

  1. Ad uno ad uno cadono leggeri e belli i suoi versi.
    Timida, abbandona le sue morbide “vesti” sopra cuori affamati di Lei.
    Grazie Giorgio per questo momento di
    Bellezza.

    Un abbraccio
    Mistral

  2. La similitudine della donna che assomiglia alla pienezza, docile e plasmabile, della poesia. Bellissimi versi che infondono una grande energia poetica.

    Grazie per averli condivisi.

    Mehregiah

  3. Sono proprio veri i tuoi versi, per poter godere della poesia bisogna essere in una condizione di calma, di apertura, di disponibilità ad ascoltare, e a voler capire, come quando si parla davvero con una persona. Non la si può leggere come si legge un giornale, o si sfoglia una rivista; è una creatura preziosa, che non vuole altro sguardo su di sè che quello di un amante.

  4. sono dei versi magnifici…
    ti lascio una goccia del mio libro che parla di poesia ^_^

    POESIA

    Figlia del tormento,
    t’annidi negli anfratti della mente.
    Raggio di luna riflesso
    nel fondo dell’ anima, esplodi
    come melodia dai toni stonati
    sullo spartito della vita.
    Dolorosa e dolce liberazione
    per il carnefice che lacera
    la certezza del certo,
    per darti vita .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...